La vita quotidiana dei nostri figli è cambiata, alla vita reale si è aggiunta la vita digitale. Il modo miglior per noi genitori per aiutarli a vivere al meglio questa nuova vita è il dialogo: perchè non introdurre nelle domande di ogni giorno anche qualcosa sul mondo digitale? Vi propongo alcuni esempi convinto che più che il controllo può il dialogo specie quando i ragazzi crescono.

Le nuove domande quotidiane

Strumenti utili per la famiglia digitale

Il confronto educativo tra genitori e figli sul mondo digitale

Nella vita quotidiana di ogni famiglia ci sono momenti più o meno spontanei in cui nascono occasioni di dialogo tra genitori e figli.

Il momento del ritorno a casa dopo la scuola o quello dei pasti sono generalmente dedicati al racconto della giornata con una serie di domande tipiche che un po’ tutti conosciamo come:

Come è andata a scuola?

Cosa avete fatto?

Che compiti avete per domani?

A seconda della personalità e, in particolar modo, dell’età di vostro figlio le risposte possono essere sintetiche, lunghe, dettagliate, false o semplicemente nell’adolescenza non essere delle vere risposte quanto più dei mugugni indifferenti.

Se osserviamo bene queste domande ci accorgiamo che fanno tutte riferimento al mondo reale.

Ma nessuno di noi ormai vive la sua giornata e le sue attività esclusivamente nel mondo reale ad esempio i rapporti e le relazioni con le altre persone, amici o colleghi, non sono più un’esclusiva del faccia a faccia ma passano attraverso il mondo digitale.

Lo spazio e il tempo digitale (di cui parlo più approfonditamente qui: il tempo davanti agli schermi), questo mondo fatto di software, di relazioni virtuali, di informazioni in tempo reale, sono parte della vita quotidiana di ciascuno nella famiglia digitale: genitori e figli.

Affrontare nelle conversazioni quotidiane in famiglia, con domande appropriate all’età, la vita digitale dei figli come quella dei genitori significa creare delle sane abitudini di conversazione e di confronto su una parte della vita di ciascuno.

Più questo dialogo è precoce, assecondando una consapevolezza dei genitori sull’opportunità di mostrarsi da subito disponibili al confronto, più è efficace nel trasmettere ai figli un’educazione al digitale.

Ecco perché è necessario affiancare alle domande quotidiane consuete delle altre domande che permettano di avviare questo dialogo e che non nascano esclusivamente con una funzione indagatrice e di controllo ma per parlare, condividere e confrontarsi sui temi della vita digitale.

Vi propongo con un’infografica un esempio del potenziale di dialogo che c’è dietro una domanda apparentemente semplice e banale che, con un approccio di reale interesse da parte dei genitori, permette, invece, di spaziare su tanti temi delicati come la sicurezza, la privacy, i social.

Se vi va, scrivete nella sezione commenti (in fondo alla pagina): vi capita di affrontare delle conversazioni in famiglia sulla vita digitale?

Buona lettura e a presto con nuovi strumenti utili per la famiglia digitale!

Infografica: Famiglia digitale: le nuove domande quotidiane

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.