• Idee
  • 17/11/2017
  • Daniele Catozzella

la cittadinanza digitale cos'è?

Intro: La cittadinanza digitale è molto più di saper usare i dispositivi digitali o conoscere i trucchi della rete. Approfondiamo insieme. 

Il cittadino digitale, piccolo o adulto che sia, conosce diritti, doveri e potenzialità del mondo digitale ed è in grado di superare i confini costruiti attorno a noi utenti dalle compagnie del web per farsi delle idee libere.

Il mondo digitale non corrisponde al mondo reale (vedi ad esempio il paradosso di Barbie e Ken) ma da diversi anni rappresenta un ecosistema nel quale si trascorre una parte della propria vita quotidiana.

In questo ecosistema digitale ritroviamo molti dei caratteri del mondo reale:

  • L’economia, con il commercio elettronico e i giochi free to play, che di gratis hanno ben poco;
  • La politica, con gli spazi di partecipazione più o meno efficaci per un cittadino che possono diventare spazi di fake news;
  • La comunicazione, intesa come spazio per esprimere la propria opinione, condividerla e comunicare con altri individui cittadini del mondo digitale;
  • Il gioco, inteso sia come la possibilità per ciascuno di prendere parte ai nuovi giochi online e sia come una nuova modalità di aggregazione per certi aspetti simile al mondo reale, ancora da comprendere fino in fondo per noi genitori (vedi il video Fortnite: facciamo chiarezza);
  • Il rischio, che come nel mondo reale può portare a furto di denaro o di dati ma si allarga anche all’impossibile controllo analitico su contenuti inappropriati per i più piccoli;
  • Le norme, che regolano i diversi aspetti dell’ecosistema digitale dal diritto d’autore al commercio elettronico.

Nel momento in cui accettiamo i caratteri di questo ecosistema digitale e iniziamo a viverlo comprendiamo l’urgenza di definire le caratteristiche della cittadinanza digitale e di riflettere su come educare noi adulti e i nostri ragazzi.

Un’urgenza che finalmente approderà anche nelle scuole con la Legge sull’educazione civica e che rappresenta per noi genitori una delle sfide più importanti del 2020.

Cos’è la cittadinanza digitale

una foto per la cittadinanza digitale

La cittadinanza è ciò che mi rende cittadino di uno Stato e mi fa godere di diritti ed essere responsabile di doveri.

La cittadinanza digitale si riferisce ad un ecosistema che abito, in cui svolgo delle attività, interagisco con altri cittadini, con aziende e con lo Stato, da cui passa parte del mio lavoro e della narrazione della mia vita.

La cittadinanza digitale mi rende un utente della rete con diritti precisi che tutti, dai social allo Stato, devono rispettare e di doveri nei confronti di tutti gli utenti della rete.

A dir la verità, per lungo tempo, il termine di cittadinanza digitale mi ha dato la stessa sensazione degli adesivi sulle macchine, dato che lo trovavo scritto dappertutto e ne sentivo parlare in quegli ambienti sociali e socio-educativi che frequento per lavoro.

C’è grande confusione tra cittadinanza digitale e competenze digitali, queste ultime sono gli strumenti, le abilità, le capacità di una persona che la rendono capace di godere e di essere responsabile dei diritti e dei doveri della cittadinanza digitale.

Io posso essere in grado di godere dell’accesso al digitale, che è un mio diritto, conoscere i modi e gli strumenti per l’accesso, ma questa competenza non mi assicura di aver anche sviluppato un senso critico sulla disuguaglianza nell’accesso alla rete come disuguaglianza sociale per la qual è mio dovere di cittadino digitale adoperarmi.

La cittadinanza digitale mi garantisce il diritto di partecipare e di condividere liberamente con gli altri la mia opinione, ma mi impone anche di conoscere e rispettare le norme che regolano la comunicazione nel web ovvero di rispettare l’altro e proteggere la sua libertà d’espressione.

A questo link trovate la traduzione, del lavoro di Mike Ribble che ha proposto nove elementi caratteristici della cittadinanza digitale individuando le competenze necessarie per la sua promozione in un manifesto.

Cittadinanza digitale: quali diritti e doveri.

Quando parliamo di diritti e doveri, come capita spesso nel mondo reale, questi termini restano un po’ vaghi, proviamo a fare due esempi.

Qual è uno dei diritti più importanti della cittadinanza digitale?

Il rispetto, da parte di ogni servizio che utilizzo in rete,  dei miei dati personali a cui ho dedicato una serie di articoli nella campagna Viaggio nei dati personali all’indomani del Gdpr europeo con un ospite come Stuart Rance che ci ha raccontato come spiegarlo ad un bambino di 5 anni.

Qual è invece uno dei doveri più importanti che abbiamo come cittadini digitali?

Superare l’indifferenza: segnalare e occuparsi di un contenuto inappropriato trovato, ad esempio su YouTube o su Facebook, o il mancato rispetto dei dati personali da parte di un app o di un sito web.

La cittadinanza digitale significa attivismo da parte di ciascun utente della rete perché questa sia rispettosa di ciascuno.

Educare alla cittadinanza digitale i nostri figli o i nostri studenti in classe significa renderli capaci di essere liberi nel web, di superare i limiti, che ogni giorno si fanno più stringenti, delle grandi piattaforme:

che vogliono propormi solo quello che mi piace perché io resti dentro i loro confini.

Idee per educare alla cittadinanza digitale bambini e ragazzi

Il concetto di cittadinanza digitale è molto vasto e si compone di tanti elementi:

La cittadinanza digitale ha bisogno, oggi, soprattutto di strumenti e non solo di concetti.

Per farlo, in famiglia come in classe, è importante che noi adulti ci teniamo informati su quel che accade nella quotidianità digitale dei nostri ragazzi con nuove domande quotidiane in famiglia senza l’idea  di avere davanti dei nativi digitali che, come si dice, sono “nati imparati”. (scopri il video 4 idee per genitori digitali).

Un dialogo da affiancare alle esperienze digitali da vivere insieme in modo pratico che, poi, è l’obiettivo di questo blog: scopri, ad esempio il video su come e perché leggere una privacy policy insieme o come giocare insieme ai videogiochi o ancora il Generatore di Regole per lo Smartphone)

Cittadinanza Digitale: Infografica

A questo link trovate la traduzione del lavoro di Mike Ribble, che trovo molto stimolante, che ha proposto nove elementi caratteristici della cittadinanza digitale individuando le competenze necessarie per la sua promozione in un manifesto.

Nell’infografica che segue riporto sintetizzo il suo metodo denominato REP per insegnare i concetti della cittadinanza digitale che lega tre valori (rispetto, educazione e protezione digitali) agli aspetti dell’ecosistema digitale.

E per voi, cos’è la cittadinanza digitale?

Raccontatelo nei commenti o scrivetemi.

Segui Educare Digitale sulla pagina Facebook e iscriviti alla newsletter.

A presto!

Infografiche: Gli elementi della cittadinanza digitale

Educare alla cittadinanza digitale.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.